Sinigo, nuovo marciapiede e percorso pedociclabile lungo via Nazionale

Ieri la Giunta comunale ha approvato lo studio di fattibilità per la realizzazione di un marciapiede e di un percorso pedociclabile lungo via Nazionale a Sinigo. L’obiettivo è quello di garantire un collegamento più sicuro fra il centro abitato e la zona sportiva. Il progetto è stato presentato oggi in conferenza stampa dal sindaco Paul Rösch, dall’assessora alla mobilità Madeleine Rohrer e dall’assessore alle strade e alle infrastrutture Diego Zanella. 
“Se vogliamo ridurre il traffico motorizzato, dobbiamo proporre collegamenti sicuri e attraenti soprattutto per quei tratti di strada che si possono percorrere comodamente a piedi o coi mezzi a pedali”, ha spiegato il sindaco Rösch. L’attuale marciapiede che corre lungo via Nazionale, nel tratto fra l’incrocio con via Tellini e il Dopolavoro, è stretto e sconnesso. Lo studio prevede di ampliarlo fino a una larghezza di due metri. “Questo provvedimento è un punto importante del Piano dettagliato del traffico di Sinigo e una richiesta già avanzata diverso tempo fa dal comitato di quartiere”, ha precisato l’assessora Rohrer, che ha poi aggiunto: “Vogliamo rendere più sicuro questo tratto di strada molto trafficata per i pedoni e per i ciclisti”. A questo scopo verrà risistemato anche l’incrocio situato dinnanzi al Dopolavoro: l’attraversamento verrà messo in sicurezza mediante un’isola divisoria di carreggiata, in modo tale da poter prolungare poi, con un tratto pedociclabile sul lato destro della strada (per chi proviene da Merano), il percorso fino all’incrocio con via Fermi. 

Da parte sua, l’assessore Diego Zanella Zanella ha poi sottolineato l’ottima collaborazione con i tecnici della Ripartizione strade della Provincia (via Nazionale è infatti di loro competenza). “Via Nazionale è una delle arterie meranesi più trafficate e richiede quindi da parte nostra massima attenzione”. 

I costi dell’opera ammontano a 600.000 euro. Il progetto esecutivo verrà elaborato ancora nel corso del 2017. I lavori veri propri, che dureranno circa sei mesi, sono invece previsti nel corso del prossimo anno.”

Dal sito del Comune di Merano al seguente link